elio

INVESTIMENTI IN IMPIANTISTICA E INFRASTRUTTURE DIGITALI: LA SPINTA VERSO LA TRASFORMAZIONE DELLE PMI

20 Maggio 2024
Uniservizi.na

Nel panorama italiano, la digitalizzazione rappresenta un elemento chiave per la crescita e la competitività delle imprese. In questo scenario, gli investimenti in impiantistica e infrastrutture digitali assumono un ruolo fondamentale per abilitare nuovi modelli di business, ottimizzare i processi e migliorare l’esperienza del cliente.

Un trend in crescita
Secondo Osservatorio Digital B2B di SDA Bocconi School of Management, la spesa delle imprese italiane in trasformazione digitale dovrebbe raggiungere i 26,1 miliardi di euro nel 2024, con una crescita del 12,4% rispetto al 2023. Dati che evidenziano la crescente consapevolezza delle aziende italiane riguardo all’importanza di investire in tecnologie digitali per rimanere competitive sul mercato. Tra i principali settori su cui si concentrano gli investimenti in impiantistica e infrastrutture digitali troviamo il Cloud computing, e cioè l’adozione di soluzioni cloud-based che permette alle aziende di scalare rapidamente la propria infrastruttura IT, ridurre i costi e migliorare la flessibilità; la Cybersecurity, con soluzioni di sicurezza che consentono alle aziende di proteggere i propri dati e sistemi e di fronteggiare la crescente minaccia di attacchi informatici, e l’Internet of Things (IoT) che consente di raccogliere e analizzare dati in tempo reale da dispositivi connessi, ottimizzando i processi aziendali e creando nuove opportunità di business.

I principali vantaggi per le PMI
Investire in impiantistica e infrastrutture digitali offre una serie di vantaggi significativi per le piccole e medie imprese, che si traducono in un incremento sostanziale della loro competitività e capacità di crescita. Uno dei principali benefici è l’aumento della produttività attraverso l’automazione dei processi. Tecnologie come il software di gestione documentale e i sistemi ERP permettono alle PMI di ridurre il carico di lavoro manuale, minimizzando gli errori e velocizzando le operazioni quotidiane. Un altro aspetto fondamentale è l’accesso a nuovi mercati tramite e-commerce, che consente anche alle aziende di dimensioni ridotte di raggiungere clienti oltre i confini nazionali. L’utilizzo di big data e analytics rappresenta un altro pilastro della digitalizzazione, fornendo alle PMI strumenti per prendere decisioni più consapevoli. Attraverso l’analisi di grandi quantità di dati, è possibile identificare tendenze, comportamenti del consumatore e opportunità di mercato, ottimizzando così le strategie di marketing e sviluppo prodotto. Inoltre, la tecnologia digitale facilita la personalizzazione dell’offerta ai clienti. Sistemi sofisticati di CRM e soluzioni di marketing automatizzato permettono alle imprese di interagire con i clienti in modo più mirato e efficace, aumentando la soddisfazione e la fidelizzazione.

Il valore dei servizi di consulenza
Affidarsi a servizi di consulenza per la realizzazione di impianti e infrastrutture digitali offre alle imprese molteplici vantaggi.
Competenza e esperienza: consulenti esperti possono guidare le aziende nella scelta delle soluzioni più adatte alle loro esigenze.
Supporto nella pianificazione e implementazione: tecnici specializzati affiancano le aziende in tutte le fasi del progetto, dalla definizione degli obiettivi all’implementazione delle soluzioni e alla gestione del post-implementazione.
Ottimizzazione dei costi: l’esperienza di aziende qualificate permette di ottimizzare le risorse e di evitare sprechi, garantendo un ritorno ottimale sull’investimento.
Accesso a tecnologie innovative: i consulenti rimangono aggiornati sulle ultime tendenze tecnologiche e possono consigliare alle aziende le soluzioni più innovative per le loro esigenze.

Con il nostro supporto puoi portare la tua impresa verso il futuro!

PER MAGGIORI INFORMAZIONI
Antonio Ciccarelli

CONTATTI
ciccarelli@unindustria.na.it
Tel. 081 5836153

Leave a comment

Articoli recenti

  • AL VIA IL CREDITO D’IMPOSTA PER LA ZES UNICA MEZZOGIORNO: INVIO COMUNICAZIONI DAL 12 GIUGNO AL 12 LUGLIO 2024
    Entra nel vivo il credito d’imposta nella Zona Economica Speciale (ZES) Unica Mezzogiorno, istituita il 1° gennaio 2024 in sostituzione delle otto ZES dell’Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sicilia e Sardegna. Le imprese hanno un mese di tempo per prenotare il tax credit per gli investimenti realizzati o da realizzare nel 2024, inviandole relative ...
  • QUATTORDICESIMA 2024, IN ARRIVO LA MENSILITÀ AGGIUNTIVA PER I DIPENDENTI. A CHI SPETTA E COME SI CALCOLA IN BUSTA PAGA
    Si avvicina il momento della quattordicesima 2024, la mensilità aggiuntiva che tra metà giugno e metà luglio verrà erogata ad alcune categorie di lavoratori dipendenti e ai pensionati a reddito basso. Si tratta di una somma che viene calcolata in busta paga o nel cedolino della pensione. E’ chiamata anche “gratifica feriale”, proprio come la tredicesima ...
  • NAPOLI SI CONFERMA CAPITALE DEL TURISMO, TRA ARTE, MEETING E CONGRESSI. LE STRATEGIE PER COSTRUIRE EVENTI DI SUCCESSO
    Napoli scala la classifica delle cento città più apprezzate d’Europa collocandosi al 26esimo posto. Lo stabilisce lo studio di Resonance, società leader di consulenza nei settori del turismo, sviluppo economico e investimenti immobiliari, che ha utilizzato “turismo e appeal per gli investitori” come principali parametri nella stesura della graduatoria.E Napoli, stando a questi indicatori, è preceduta in Italia ...
  • INVESTIMENTI IN IMPIANTISTICA E INFRASTRUTTURE DIGITALI: LA SPINTA VERSO LA TRASFORMAZIONE DELLE PMI
    Nel panorama italiano, la digitalizzazione rappresenta un elemento chiave per la crescita e la competitività delle imprese. In questo scenario, gli investimenti in impiantistica e infrastrutture digitali assumono un ruolo fondamentale per abilitare nuovi modelli di business, ottimizzare i processi e migliorare l’esperienza del cliente. Un trend in crescitaSecondo Osservatorio Digital B2B di SDA Bocconi ...
  • CALAMITÀ NATURALI, POLIZZA OBBLIGATORIA PER LE IMPRESE ENTRO FINE 2024
    Cambiamenti climatici, cementificazione selvaggia e scarsa cura del territorio incidono pesantemente sui danni provocati dalle catastrofi naturali e ora, anche in Italia, arriva l’obbligo per le aziende di assicurarsi contro i danni ambientali. Solo il 7% delle Pmi l’ha già fatto, ma la nuova Legge di Bilancio stabilisce che tutte le imprese con sede legale nel ...

Categorie