elio

RIFORMA FISCALE E NUOVE REGOLE UE: COSA CAMBIA IN DOGANA. GLI STRUMENTI PER LE IMPRESE

29 Aprile 2024
Uniservizi.na

Le regole doganali stanno attraversando un profondo cambiamento. Dalla telematizzazione allo snellimento delle procedure (anche con l’ingresso di nuove figure, oltre agli spedizionieri) ai vari tipi di controllo e al contraddittorio, fino alle sanzioni. Per ora, l’impatto maggiore per gli operatori italiani è quello delineato dallo schema di Decreto legislativo, in attuazione della legge delega per la riforma fiscale, che introduce la revisione del sistema doganale nazionale, approvato in via preliminare dal Consiglio dei ministri del 26 marzo 2024 e su cui ora si attendono i pareri delle commissioni parlamentari.

Le novità in cantiere

Questo, infatti, introduce alcune novità. Innanzitutto, il superamento della disciplina vigente: per armonizzare la normativa italiana con quella dell’Unione Europea, si abroga il Testo unico delle disposizioni legislative in materia doganale e si aggiornano e riducono le disposizioni da esso previste. In particolare, sarà implementa la telematizzazione delle procedure e si potenzieranno le attività di controllo e verifica. Vengono ridefinite, poi, le procedure di liquidazione, accertamento e riscossione dei tributi doganali e rivista la disciplina sanzionatoria, con particolare riguardo al contrabbando. Sarà aggiornato, inoltre, l’iter per il conseguimento della patente di spedizioniere doganale e si interverrà sul sistema sanzionatorio penale e amministrativo.

Dogane e spedizioni internazionali: le insidie per gli imprenditori

Lo schema di Decreto Legislativo approvato dal Consiglio dei Ministri è solo l’ultimo delle numerose modifiche che riguardano le normative doganali e che per questo motivo possono risultare molto intricate. Le imprese che operano a livello internazionale e decidono di espandersi oltre i confini nazionali hanno sicuramente opportunità di crescita, ma si trovano ad affrontare una serie di complessità legate alle spedizioni. Dall’elaborazione dei documenti doganali alla gestione delle procedure di importazione ed esportazione, ogni passo del processo richiede un’attenzione particolare per evitare ritardi, errori e possibili sanzioni.

Consulenza e assistenza per muoversi oltre i confini

In questo contesto, la consulenza e l’assistenza specializzata giocano un ruolo cruciale nel garantire che le imprese possano operare in modo efficiente e conforme alle normative internazionali. I consulenti doganali forniscono supporto nella classificazione delle merci, nella preparazione dei documenti e nella gestione delle procedure di importazione ed esportazione. Grazie alla loro conoscenza approfondita delle normative, sono in grado di aiutare le imprese a evitare ritardi e problemi durante il transito delle merci attraverso le frontiere, garantendo una logistica internazionale efficiente e senza intoppi. Gli esperti in spedizioni internazionali, inoltre, offrono assistenza nella pianificazione e nell’esecuzione delle spedizioni, nell’ottimizzazione delle rotte e nella selezione dei vettori più adatti alle esigenze dell’impresa. Questo contribuisce a ridurre i costi di trasporto, a migliorare i tempi di consegna e a garantire una maggiore affidabilità ai clienti in tutto il mondo.

Le accise: massimizzazione dell’efficienza fiscale

Altro tema complesso è quello che interessa le accise, che rappresentano una componente significativa dei costi per le imprese. I consulenti fiscali esperti forniscono consulenza sulla classificazione delle merci soggette ad accisa, sull’applicazione delle aliquote fiscali corrette e sull’adempimento degli obblighi fiscali, garantendo così la conformità normativa e la riduzione dei rischi fiscali per le imprese e una maggiore competitività sul mercato internazionale.

In un ambiente commerciale sempre più globalizzato e regolamentato, offriamo supporto per l’ottimizzazione delle procedure doganali, comprese quelle legate alle accise, fondamentali per evitare inconvenienti che possano compromettere il normale svolgimento delle attività aziendali.

Attraversa i confini nazionali senza stress!

PER MAGGIORI INFORMAZIONI
Antonio Ciccarelli
CONTATTI
ciccarelli@unindustria.na.it
Tel. 081 5836153

Leave a comment

Articoli recenti

  • AL VIA IL CREDITO D’IMPOSTA PER LA ZES UNICA MEZZOGIORNO: INVIO COMUNICAZIONI DAL 12 GIUGNO AL 12 LUGLIO 2024
    Entra nel vivo il credito d’imposta nella Zona Economica Speciale (ZES) Unica Mezzogiorno, istituita il 1° gennaio 2024 in sostituzione delle otto ZES dell’Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sicilia e Sardegna. Le imprese hanno un mese di tempo per prenotare il tax credit per gli investimenti realizzati o da realizzare nel 2024, inviandole relative ...
  • QUATTORDICESIMA 2024, IN ARRIVO LA MENSILITÀ AGGIUNTIVA PER I DIPENDENTI. A CHI SPETTA E COME SI CALCOLA IN BUSTA PAGA
    Si avvicina il momento della quattordicesima 2024, la mensilità aggiuntiva che tra metà giugno e metà luglio verrà erogata ad alcune categorie di lavoratori dipendenti e ai pensionati a reddito basso. Si tratta di una somma che viene calcolata in busta paga o nel cedolino della pensione. E’ chiamata anche “gratifica feriale”, proprio come la tredicesima ...
  • NAPOLI SI CONFERMA CAPITALE DEL TURISMO, TRA ARTE, MEETING E CONGRESSI. LE STRATEGIE PER COSTRUIRE EVENTI DI SUCCESSO
    Napoli scala la classifica delle cento città più apprezzate d’Europa collocandosi al 26esimo posto. Lo stabilisce lo studio di Resonance, società leader di consulenza nei settori del turismo, sviluppo economico e investimenti immobiliari, che ha utilizzato “turismo e appeal per gli investitori” come principali parametri nella stesura della graduatoria.E Napoli, stando a questi indicatori, è preceduta in Italia ...
  • INVESTIMENTI IN IMPIANTISTICA E INFRASTRUTTURE DIGITALI: LA SPINTA VERSO LA TRASFORMAZIONE DELLE PMI
    Nel panorama italiano, la digitalizzazione rappresenta un elemento chiave per la crescita e la competitività delle imprese. In questo scenario, gli investimenti in impiantistica e infrastrutture digitali assumono un ruolo fondamentale per abilitare nuovi modelli di business, ottimizzare i processi e migliorare l’esperienza del cliente. Un trend in crescitaSecondo Osservatorio Digital B2B di SDA Bocconi ...
  • CALAMITÀ NATURALI, POLIZZA OBBLIGATORIA PER LE IMPRESE ENTRO FINE 2024
    Cambiamenti climatici, cementificazione selvaggia e scarsa cura del territorio incidono pesantemente sui danni provocati dalle catastrofi naturali e ora, anche in Italia, arriva l’obbligo per le aziende di assicurarsi contro i danni ambientali. Solo il 7% delle Pmi l’ha già fatto, ma la nuova Legge di Bilancio stabilisce che tutte le imprese con sede legale nel ...

Categorie